Ok

En poursuivant votre navigation sur ce site, vous acceptez l'utilisation de cookies. Ces derniers assurent le bon fonctionnement de nos services. En savoir plus.

30/03/2015

Poesia, di Luigia Sorrentino...qui a traduit un de mes poèmes en italien

http://poesia.blog.rainews.it/2015/03/29/francois-rannou-oeuvres-inedites/

 

On ne voit rien, on ne fait que voir
(Non vediamo niente, vediamo tutto)

dipingeva prima che
le parole interiori si asciugassero
& si immobilizzassero
le lame cadenzate delle
nostre palpebre-palpebranti
— sssfr sssfr sssfr sssfr
il velo, intanto, vibra
davanti ai tuoi occhi

*

frammenti di un solo corpo
-  pittura rovesciata
                          a nudo?
quali linee precise? o
le forme?

*

l’aleatorio è
pensiero della misura
taglio
arrampicato sul tempo

*

corpi di essere e di cose
proiettati contro
i nostri sguardi muri-morenti
-  che l’insieme prenda
vita

*
non posso vedere tutto
sono in attesa
- là
di fronte alla mia altezza e
ancora più in alto saliti
sulla loro riserva
i brandelli di una memoria
più antica e più fresca
di quella dei miei gesti

*

quali figure del mondo?
quali immagini?
tracciano una
coreografia di cui io sono
il basso continuo
- ritmo
sordo fa battere le mie tempie

*

i miei gesti hanno appena imparato
a posarsi nei
gesti
il mio sguardo
ha appena imparato 
i movimenti
dello sguardo
- linee sole di
un corpo messo a nudo
come trattenuto
dalla luce dell’alba

*

loro apparivano a colei
che viene
- la pietra rotolata
nettamente le pareti
vuoto che
taglia il corpo assente e vicino.

di François Rannou
traduzione Luigia Sorrentino

Écrit par francoisrannou dans Blog, lectures, Livre, traductions | Lien permanent |  Facebook | |